1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Tecnodiffusione: bond, modalita’ per l’insinuazione nel passivo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le domande di insinuazione al passivo di dei titolari di obbligazioni Tecnodiffusione Italia spa 2005-2008 potranno essere presentate sia autonomamente dai singoli obbligazionisti (tramite presentazione di apposita istanza alla Cancelleria della Sezione Fallimentare del Tribunale di Pisa, Piazza della Repubblica – 56100 Pisa) sia in modo cumulativo tramite la banca che abbia provveduto al collocamento del prestito conferendo ad essa apposito mandato. In alternativa, anche il rappresentante comune degli obbligazionisti, Walter Piazza (via Cacchioli 23 – Cozzano, 43020 Langhirano (PR); athos.w@libero.it) si è detto disponibile a raccogliere le domande di ammissione al passivo e
convogliarle in modo cumulativo. La domanda di ammissione al passivo, in qualunque forma sia presentata, dovrà essere
corredata dalla documentazione attestante la titolarità dei titoli obbligazionari con riferimento
ai quali si chiede l’ammissione al passivo e l’avvenuto blocco degli stessi. La revoca del blocco da parte del titolare vale quale rinuncia alla domanda di
ammissione al passivo. Lo ha comunicato la società in una nota.