1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Il TechStar va all’attacco dei massimi annui, exploit di Dada

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta di metà settimana in deciso spolvero per il TechStar che ha messo a segno il settimo rialzo consecutivo portando a casa un progresso di quasi 1 punto percentuale a 8.400 punti, a un soffio dai massimi annui toccati nella prima decade di marzo. A guidare i rialzi del listino hi-tech è stata questa volta Dada che si è impennata a metà sessione per poi andare a chiudere a 11,8 euro (+9,48%). Da inizio anno il titolo della società di servizi tecnologici ha praticamente raddoppiato il suo valore borsistico. In robusta ascesa anche Engineering (+3,38% a 27,77 euro) che ha perfezionato l’acquisto del ramo Trend e Infotrend dall’ex gruppo Finmatica per un esborso complessivo di 42,5 milioni di euro. Tra i migliori performer di giornata anche Digital Bros (+3,70% a 4,065 euro) e I.net (+2,33% a 39,55 euro). Sull’altro versante, lettera diffusa per El.En che ha lasciato sul terreno oltre 2 punti percentuali. Tra i titoli ex Numtel che non sono entrati a far parte del TechStar, Algol è rimasta nuovamente sospesa per tutta la seduta per eccesso di rialzo. Acquisti cospicui anche su Fullsix (+6%) con gli operatori che continuano a scommettere su una prossima entrata nel TechStar.