Tassi Us: Maccia, oltre i 25 pb movimento eccessivo

Inviato da Marco Barlassina il Gio, 29/06/2006 - 15:53
Dalla Fed non arriveranno sorprese, ma meriterà attenzione il tono del comunicato che seguirà l'annuncio della decisione sui tassi. Ne è convinta Manuela Maccia, strategist di BNP Paribas Asset Management Sgr, che in linea con il consensus indica l'esito del Fomc di stasera in un rialzo di 25 punti base ai tassi d'interesse statunitensi. Scartata quindi l'ipotesi di un incremento dello 0,50%, che "ci sembrerebbe - spiega la strategist - un movimento eccessivo dato che l'economia è già entrata in una fase di graduale rallentamento e l'inflazione stessa inizierà a decelerare nel secondo semestre". Gli stessi motivi che spingono Maccia a giudicare poco credibile l'ipotesi di tassi Fed al 6% a fine anno: "Non riteniamo possibile questa ipotesi nel nostro scenario centrale. I rischi di tale scenario per il mercato immobiliare Us (e di conseguenza per il consumo delle famiglie US altamente indebitate) sarebbero significativi". Cosa potrebbe emergere però dal testo predisposto da Bernanke per stasera? "Noi ipotizziamo - spiega Maccia - che la Fed, pur mantenendo un orientamento rialzista e un approccio "data depending", si sforzerà di convincere gli osservatori che il suo scenario di rallentamento dell'attività economica nella seconda parte dell'anno resta d'attualità".
COMMENTA LA NOTIZIA