Tassi Us: Intesa, "La probabilità di un rialzo di 50 pb è praticamente nulla"

Inviato da Marco Barlassina il Gio, 29/06/2006 - 12:26
"È vero che gli ultimi due cicli di rialzi della Fed si erano conclusi con un'accelerazione del ritmo di aumento dei tassi, tuttavia, la Fed non si trova davanti a una situazione da controllare drasticamente, e rialzi graduali restano lo
scenario centrale". Questo quanto si legge nella nota giornaliera diffusa oggi da Banca Intesa e in cui gli analisti dell'ufficio studi milanese ribadiscono la loro previsione di un rialzo dei tassi d'interesse americani limitato allo 0,25%. "Il fatto che i fed funds futures abbiano superato il 5,5% - si legge ancora nel documento - e che il contratto di luglio sia sopra
5,25% (a 5,285 il 23/06) è stato interpretato da qualcuno come l'anticipazione di un possibile rialzo di
50 pb. Il dubbio semmai riguarda il punto di arrivo: manteniamo la previsione di un
ulteriore rialzo nell'estate, con rischi verso l'alto se la crescita non rallenterà nei prossimi mesi". Da Banca Intesa ritengono infatti che la Federal Reserve sia disposta a commettere un errore verso l'alto, portando eventualmente i tassi anche in territorio marginalmente restrittivo, piuttosto che lasciare accumulare aspettative di inflazione poi difficili da eliminare una volta radicate.
COMMENTA LA NOTIZIA