Tassi Ue, Credit Suisse ci ripensa e ora li vede al 4,50% a fine anno

Inviato da Titta Ferraro il Lun, 23/04/2007 - 14:36
"Chiaro deterioramento dell'outlook inflazionistico". Sono queste le parole dietro le quali ci celano le ragioni per cui gli economisti del Credit Suisse hanno deciso di rivedere al rialzo le loro previsioni sui tassi d'interesse europei a fine anno. Secondo la casa d'affari elvetica la Bce porterà i tassi di Eurolandia fino al 4,50% rispetto al 4,25% precedentemente previsto, mentre quelli inglesi dovrebbero attestarsi al 5,75%. Il pericolo inflazione si diventa quindi sempre più evidente anche alla luce dei numeri arrivati la scorsa settimana dal Regno Unito con la salita dei prezzi al consumo arrivata intorno al 3%. Tra i dati macro attesi al varco questa settimana dal Credit Suisse ci sono in Europa l'ifo tedesco in arrivo mercoledì e il dato sul pil statunitense nel primo trimestre 2007 in uscita venerdì. Per quest'ultimo il broker elvetico vede ancora una crescita "soft" nell'ordine del 2%.
COMMENTA LA NOTIZIA