Tassi in calo anche nell'asta Btp, triennale allocato al rendimento minimo dal 2010

Inviato da Titta Ferraro il Mer, 13/11/2013 - 11:59
Continuano le buone indicazioni per l'Italia con una nuova emissione caratterizzata da forte domanda e costo del debito in calo su tutto l'arco della curva. Dopo la discesa ieri ai minimi storici del rendimento del Bot annuale, oggi è stato il turno dei Btp a 3 e 30 anni. Il primo è stato allocato al rendimento minimo a 3 anni e mezzo, mentre il trentennale ha visto il tasso di assegnazione scendere sotto la soglia del 5%.

La reazione del mercato è stata fredda con Piazza Affari che ha incrementato le perdite (quasi -1% per il  Ftse Mib) mentre lo spread Btp/Bund si mantiene sotto i 240 punti base.

Btp triennale allocato al tasso dell'1,79%, Btp 2044 al 4,99%
Il Tesoro italiano ha allocato oggi Btp e Ccteu per complessivi 5,468 miliardi di euro, vicino al massimo della forchetta prevista che era tra 4,25 e 5,5 mld di euro. Nel dettaglio è stato allocato il Btp triennale con scadenza novembre 2016 per 3 miliardi di euro (forchetta prevista era tra 2,5 e 3 mld) al rendimento di assegnazione dell'1,79%, in  calo dal 2,33% dell'asta precedente tenuta il mese scorso. Si tratta del rendimento minimo dal marzo 2010. Allocati anche Btp a lunghissima scadenza (settembre 2044) per 1,468 mld di euro (range era 1-1,5 mld) al rendimento del 4,99% dal 5,19% precedente.
 
Domanda in aumento
Il rapporto di copertura (bid-to-cover) è stato di 1,80 per il Btp triennale, in deciso aumento con quello dell'asta precedente (1,34). In aumento anche la domanda per il trentennale (1,46 volte da 1,30 dell'asta di luglio).
Allocato anche il Ccteu scadenza novembre 2018 per 1 miliardo di euro al rendimento del 2,11%. Il bid-to-cover è stato 2,11 volte.

Tornano gli acquisti da investitori esteri
Ieri Bankitalia ha rimarcato come quest'anno si sta registrando una risalita della quota di debito pubblico in mano a investitori esteri. L'istituto di via Nazionale ha rimarcato che dopo la battuta d'arresto di agosto nei mesi di settembre-ottobre vi siano stati acquisti netti dall'estero su Bot e Btp per circa 20 mld di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA