Tassi in calo anche nell'asta Btp, domanda sostenuta per il triennale. Spread sotto 300

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 11/04/2013 - 11:51
Nuova tornata di emissioni convincenti di titoli di debito pubblico per l'Italia. Dopo l'ottima asta di Bot tenuta ieri con rendimenti ai minimi storici per il titolo trimestrale (0,243%), oggi è stato il turno di titoli a media-lunga scadenza. Collocati complessivamente bond per 7,169 mld di euro con buona accoglienza soprattutto per il nuovo Btp triennale assegnato al rendimento minimo da gennaio.

Rendimento Btp triennale scende al 2,29%
Il Tesoro italiano ha allocato il nuovo Btp con scadenza maggio 2016 per 4 miliardi di euro, al top della forchetta prevista che era tra 3 e 4 mld. Il rendimento di assegnazione è stato del 2,29%, in calo dal 2,48% dell'asta precedente del Btp triennale tenuta il mese scorso che però presentava una scadenza più ravvicinata (dicembre 2015). Allocati anche Btp a lunga scadenza (settembre 2028) per 1,669 mld di euro (range era 1,5-2 mld) al rendimento del 4,68% dal 4,9% precedente. Il rapporto di copertura (bid-to-cover) è stato di 1,403 per il triennale (dall'1,284 di marzo) e di 1,323 per il Btp 2028 dall'1,278 precedente.
L'asta odierna ha visto anche l'assegnazione di Ccteu con scadenza giugno 2017 per complessivi 1,5 mld di euro (range offerta era 1-1,5 mld) al rendimento del 2,74% con bid-to-cover di 1,276.
"Asta positiva ma meno brillante di ieri soprattutto per la deludente domanda sul BTP a 15 anni. Si conferma un forte interesse degli investitori sui titoli di stato con scadenza a breve e a brevissimo termine per parcheggiare la liquidità in eccesso", sottolinea a caldo Filippo A. Diodovich, market strategist di IG.

Spread sotto quota 300. Lunedì tornano i Btp Italia
Il mercato ha mantenuto un'intonazione positiva dopo l'asta con il Ftse Mib che viaggia nei pressi dei massimi di giornata in rialzo dello 0,61% a 16.026 punti. Sull'obbligazionario lo spread Btp/Bund si è portato questa mattina sotto la soglia dei 300 punti base, sui minimi da febbraio con il rendimento del decennale in area 4,3%.
Settimana prossima primo appuntamento del 2013 con il Btp Italia. La nuova emissione del titolo quadriennale indicizzato all'inflazione tricolore andrà in collocamento dal 15 aprile al 18 aprile, con il ministero dell'Economia che da quest'anno avrà la facoltà di chiudere in anticipo il collocamento qualora si verificasse un boom di richieste come lo scorso ottobre (18 miliardi di euro). Complessivamente il Tesoro tramite i Btp Italia, lanciati per la prima volta il 19 marzo 2012 e rivolto principalmente alle esigenze del pubblico retail, ha raccolto nelle tre emissioni dello scorso anno oltre 27 miliardi di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA