1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Tassi: per Clerical Medical la Bce non li toccherà nel breve termine

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tassi d’interesse bloccati dal surriscaldamento dei prezzi. Nel mese di marzo, la Federal Reserve (Fed) statunitense ha tagliato i tassi dei fondi Fed di 75 punti percentuali, come ampiamente previsto, benché alcuni investitori avessero sperato in riduzioni più consistenti. I tassi d’interesse negli altri principali mercati sono invece rimasti invariati. Secondo Clerical Medical Investment Group Limited la maggior parte delle banche centrali è ancora memore delle pressioni inflazionistiche. Matthew Merritt, responsabile del settore strategie di Clerical Medical, non vede tagli dei tassi nel breve termine “poiché l’inflazione ha toccato il suo livello più alto negli ultimi 16 anni, mentre una ripresa dell’inflazione dei salari ha contribuito anche a mantenere invariati i tassi ufficiali. Ma la Banca Centrale Europea (Bce) ha attualmente smorzato in un certo qual modo i suoi toni speculativi, poiché gli indicatori guida si sono indeboliti, enfatizzando i rischi di un ribasso della crescita. Secondo la nostra opinione il rischio principale per la Bce è che l’inflazione sta rimanendo al di sopra dell’obiettivo del 2% per più di quanto previsto”. Nel contempo, l’impatto che la crisi dei crediti avrà probabilmente sull’economia giapponese, dovrebbe impedire che la Banca del Giappone aumenti ulteriormente i tassi d’interesse nell’arco dei prossimi 12 mesi.