Tasi: governo valuta rinvio prima rata a settembre

Inviato da Titta Ferraro il Mer, 14/05/2014 - 13:18
Prende piede l'ipotesi di uno slittamento della prima rata della Tasi 2014, la nuova tassa sulla casa, al prossimo settembre rispetto al termine del 16 giugno attualmente previsto. Dal governo arrivano infatti primi segnali di apertura alla possibilità di far slittare il termine per il pagamento della prima rata a metà settembre in modo da dare maggior tempo ai Comuni di deliberare circa le aliquote da applicare ma guardando anche alle esigenze di cassa degli stessi comuni. In un'intervista al Giornale Radio Rai, sottosegretario all'Economia, Enrico Zanetti, ha affermato che sulla Tasi la soluzione migliore sarebbe quella di spostare la prima rata dal 16 giugno al 16 settembre, lasciando la scadenza del 16 dicembre per la seconda rata. "Stiamo lavorando per questa proroga - ha rimarcato Zanetti - tenendo conto delle esigenze di cassa dei Comuni. Se troveremo la quadra, la scelta cadrà sul rinvio di 3 mesi della prima rata".
La Tasi da quest'anno va virtualmente a sostituire l'Imu sulla prima casa eliminata dal governo Letta, ma in realtà rappresenta una nuova tipologia di tassa sulla casa. E' infatti volta a finanziare i servizi indivisibili comunali, quali ad esempio la manutenzione delle strade pubbliche, la luce pubblica, fognature, etc.


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA

COMMENTI

  • marco ricci 14/05/2014 14:18

    robe da matti, una continua presa per il C..O come quella che è stato letta a togliere l'IMU
    Ricordo a tutti che è stato Berlusconi a liberarci dal balzello oneroso quindi direi che è meglio che lo ricordiamo quando andiamo al voto !