1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Tas, stipulato accordo per integrazione industriale

QUOTAZIONI Tas
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ stato stipulato ieri un accordo di integrazione industriale tra Tas, Nch, proprietaria del 67,276% di Tas, e Ds, controllata al 98,01% dalla stessa Nch. L’operazione prevede il trasferimento da Nch a Tas di un ramo d’azienda attivo nella realizzazione e fornitura di applicativi software relativi a monetica, sistemi di pagamento, corporate e retail banking, management information system e ATM multivendor e comprensivo della partecipazione pari al 51,04% circa del capitale sociale della società RT Relational Tools. Verrà inoltre trasferito da DS a TAS di un altro ramo d’azienda attivo nella realizzazione e fornitura di applicativi software relativi a ERP per aziende di servizi e pubblica amministrazione, asset management, conti correnti, liquidazioni periodiche e comunicazioni alla clientela, e relative attività di servizi professionali rivolti anche al mondo delle comunicazioni per operatori di telefonia mobile e comprensivo delle partecipazioni pari al 100% del capitale sociale delle società DS Taxi a socio unico, DS Finance a socio unico e DS Supporti Direzionali e Strategici. In esecuzione del suddetto accordo, Nch e Ds hanno conferito a Societe Generale l’incarico di valutare il prezzo di cessione dei due rami d’azienda oggetto dell’integrazione. Una volta formalizzata l’offerta, Tas si avvarrà di un advisor indipendente per valutare la congruità del prezzo di vendita proposto dai venditori. Tas impiegherà nell’operazione mezzi finanziari propri e nella misura richiesta farà ricorso anche al finanziamento bancario ed eventualmente a finanziamenti erogati dalle stesse Nhc e Ds. L’integrazione, oltre ad aumentare in maniera considerevole il volume d’affari della società quotata sul listino Techstar, rafforzerà “le sinergie create in relazione all’ampliamento del portafoglio di offerta all’allargamento del mercato servito in termini sia di numero dei clienti sia di aree geografiche, nonché la possibilità di razionalizzare ed accrescere le partnership commerciali e tecnologiche con operatori di standing internazionale al fine di ampliare l’offerta e la penetrazione di TAS nel mercato nazionale ed internazionale”, secondo quanto indicato dalla nota diffusa ieri dalla società.