Tas: sottoscritto l'accordo di ristrutturazione finanziaria

Inviato da Luca Fiore il Ven, 26/02/2010 - 11:04
Tas Spa ha ieri sottoscritto un accordo di ristrutturazione per modificare il contratto di finanziamento per un ammontare complessivo pari a 72 mln di euro sottoscritto in data 29 novembre 2007 con un pool di banche coordinato da Intesa Sanpaolo (Banca Agente del finanziamento) e composto inoltre da Unicredit Corporate Banking, Banca Nazionale del Lavoro, Mps, Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno e Banca Popolare di Milano. Il finanziamento (75.688.164 euro per effetto degli interessi maturati e non corrisposti) è ora suddiviso in un finanziamento infruttifero (pari a 15,6 mln con durata fino al 31 dicembre 2019), una linea di credito a lungo termine (38.689.804 euro con durata fino al 31 dicembre 2017), una linea di credito a lungo termine (2.730.236 euro fino al 31 dicembre 2017), una linea di credito a lungo termine (10 mln al 31 dicembre 2018) e una linea di credito revolving (8.668.124 euro al 31 dicembre 2017). Il finanziamento bancario resta garantito da un pegno costituito sul 67,276% del capitale sociale di TAS di proprietà di TASNCH Holding Srl. L'accordo di ristrutturazione è risolutivamente condizionato, tra l'altro, alla mancata omologa dell'accordo da parte del Tribunale di Roma ed alla mancata esecuzione di un aumento di capitale previsto nell'ambito dell'operazione (21 mln). L'accordo di ristrutturazione finanziaria oltre a rideterminare il riscadenziamento del debito prevede la rinegoziazione dei relativi interessi, un periodo di moratoria per l'applicazione dei nuovi tassi di interesse per il triennio 2010-2012, una sospensione degli obblighi di verifica dei covenants finanziari fino alla prima test date del 30 giugno 2011, la rinuncia agli interessi di mora e la rinuncia agli interessi maturati decorrenti dal 1° gennaio 2010.
COMMENTA LA NOTIZIA