S&P 500

S&P 500 è il principale indice della Borsa statunitense. È stato progettato e realizzato da Standard & Poor’s nel 1957, quando si decise di monitorare l’andamento delle azioni del gruppo stesso. Oggi include i valori delle maggiori 500 (da cui il nome) imprese USA per capitalizzazione.

S&P 500: gestione e criteri

Sono compresi in questo gruppo le azioni di aziende contrattate al Nyse, all’Amex e al Nasdaq di Wall Street.

Il criterio base dell’S&P 500 è quello di assegnare a ogni azienda presente nel paniere un rating direttamente proporzionale al valore di mercato della stessa. Nel tempo ha superato, per importanza, il Dow Jones, altro storico indice che, ricordiamo, misura i 30 principali titoli americani.

Per la misura vera e propria dell’indice S&P 500, il titolare stesso dell’agenzia di rating, McGraw Hill, ha ideato e creato S&P Dow Jones Indices, joint venture che si occupa, inoltre, di pubblicare l’andamento di molti altri indici: il Dow Jones Industrial Average, S&P MidCap 400, S&P SmallCap 600, e il S&P Composite 1500.

Su Finanza On Line, l’andamento dell’S&P 500, indice che da solo è in grado di fornire molte informazioni sullo stato di salute dell’economia USA e quali possano essere i trend di mercato sui quali investire. Notizie e consigli utili.