Svizzera: SNB lascia tassi fermi nel range 0-0,25% e floor a 1,2 per eur/chf -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A livello economico, la Swiss National Bank evidenzia come non si avvertono rischi inflattivi per la Svizzera. Rispetto a dicembre, rimarca lo statement della SNB, le previsioni l’inflazione sono addirittura diminuite ulteriormente. Rischi al ribasso sulla stabilità dei prezzi potrebbero riemergere nel caso di sviluppi peggiori del previsto per l’economia internazionale o se il franco svizzero non si indebolirà ulteriormente. La banca centrale elvetica ha pertanto confermato di essere pronta ad adottare ulteriori misure in qualsiasi momento se le prospettive economiche e il rischio di deflazione lo richiederanno.
Per l’intero 2012 le nuove stime della SNB sono di una crescita moderata prossima all’1%. Per quanto concerne l’inflazione, nel breve termine l’inflazione potrebbe muoversi in territorio negativo, per l’intero 2012 le stime sono di un indice dei prezzi al consumo in calo dello 0,6%, mentre nel 2013 è atteso un +0,3% e nel 2014 un +0,6%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Stati Uniti: crescita economica ai minimi da tre anni nel Q1

Nel primo trimestre la crescita statunitense si è attestata allo 0,7%, in calo rispetto al 2,1% degli ultimi tre mesi del 2016. Si tratta del dato minore degli ultimi tre anni. Gli analisti avevano stimato un +1,3%.

MACRO

Istat: industria, a marzo prezzi alla produzione a +3,1% a/a

L’Istat comunica che a marzo l’indice dei prezzi alla produzione dell’industria rimane invariato rispetto al mese precedente e aumenta del 3,1% nei confronti di marzo 2016. I prezzi alla produzione dell’industria, sul mercato interno, diminuiscono de…

Inflazione: Istat, ad aprile accelerazione a +1,8% annuo

Ad aprile, stando alla stima preliminare diffusa dall’Istat, l’inflazione in Italia aumenta dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% annuo. La variazione tendenziale evidenzia un’accelerazione rispetto al +1,4% di marzo, derivante soprattutto dalla cr…