Svizzera: balzo dell’export allenta pressioni su SNB, il franco svizzero inverte la rotta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Indicazioni positive dall’export svizzero a settembre. Il surplus della bilancia commerciale elvetica lo scorso mese è salito a 1,85 miliardi di franchi svizzeri dagli 0,76 mld di agosto. A sorprendere positivamente è stato il balzo dell’export con un +3,4% mensile rispetto al -6,9% fatto registrare ad agosto complici soprattutto gli effetti negativi delle quotazioni record che aveva raggiunto la valuta elvetica.
Ripresa dell’export che dovrebbe riflettersi positivamente sulla crescita economica della Svizzera nel terzo trimestre e allentare le pressioni sulla banca centrale elvetica per eventuali nuove misure per indebolire il franco. Il 6 settembre la Swiss National Bank aveva annunciato la fissazione di un floor (livello minimo tollerato) per il cross euro/franco a quota 1,20 al fine di contrastare l’eccessivo apprezzamento della valuta che rischiava di frenare l’economia del Paese.
Oggi il franco svizzero ha reagito con un movimento rialzista (cross euro/chf sceso a 1,239) dopo aver toccato alla vigilia i minimi a 5 mesi rispetto alla valuta europea.