1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Sviluppi in Ucraina spingono le valute rifugio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Massimi a un mese per lo yen in scia all’aumento dell’avversione al rischio sui mercati. Pesa il deterioramento della crisi Ucraina con l’occupazione della Crimea da parte dei militari russi, intensificando così la preoccupazione di un conflitto con il nuovo governo ucraino.

L’appoggio del parlamento russo all’iniziativa del presidente Vladimir Putin di inviare truppe in Crimea ha alimentato i timori di un deterioramento dello scenario spingendo gli acquisti verso asset rifugio quali oro e valute difensive, in primo luogo yen e franco svizzero. Il primo si è portato ai massimi a circa un mese rispetto al dollaro usa con cross USD/YEN sceso fino a 101,20. Forti acquisti anche sul franco svizzero salito sui livelli più alti a un anno rispetto all’euro. Il cross euro/chf, su cui la Swiss National Bank dal settembre 2011 mantiene un peg a 1,20, è sceso questa mattina fino a quota 1,21025 sui minimi dal gennaio 2013.

Tra le altre principali valute sussulto a metà mattinata per la sterlina che si è portata fino a 1,675 rispetto al dollaro dopo la diffusione dell’indice Pmi manifatturiero britannico, salito fino a 56,9 punti, oltre il 56,5 attesi dal consensus di mercato.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Petrolio: scorte scendono più del previsto, WTI stabile a 51,4$

Nella settimana al 19 maggio le scorte di petrolio statunitensi hanno segnato un calo di 4,4 milioni di barili attestandosi a 516,3 milioni. Gli analisti avevano stimato una riduzione di 2,4 milioni di barili.

Segno meno anche per gli stock di be…

Ferragamo: titolo maglia nera sul Ftse Mib, cede circa il 5%

Salvatore Ferragamo indossa la maglia nera sull’indice Ftse Mib, dove mostra un ribasso di circa 5 punti percentuali a 26,87 euro, complice il declassamento della Cina deciso da Moody’s. L’agenzia Usa ha tagliato, per la prima volta dal 1989, il rati…

MACROECONOMIA

Stati Uniti: vendite case esistenti in frenata, -2,3% ad aprile

Negli Stati Uniti le vendite di case esistenti hanno registrato ad aprile una battuta d’arresto, con un calo del 2,3% rispetto a marzo, quando invece erano aumentate del 4,2% (dato rivisto dal precedente +4,4%). Gli analisti si aspettavano un ribasso…

Euribor: tre mesi fissato a -0,329%

Il tasso Euribor a tre mesi è stato fissato questa mattina a -0,329%, in frazionale rialzo rispetto al fixing di ieri che era pari a -0,330 per cento. …