Superbanca, per Generali resta il nodo sull'ingresso nei consigli

Inviato da Redazione il Gio, 09/11/2006 - 08:58
L'istruttoria dell'Antitrust può frenare la presenza di Generali nella governance di Intesa Sanpaolo. Antitrust che ha messo nel mirino tra l'altro come "gli effetti restrittivi appaiono amplificati dai rapporti tra la nuova entità postfusione e alcuni soggetti" tra i quali Trieste che sarà il secondo socio con il 4,9%. Dato che il presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, dovrebbe terminare l'istruttoria entro il 22 dicembre e le liste dei membri del consiglio di sorveglianza dovranno essere depositate entro mercoledì 15 c'è il rischio che il Leone di Trieste non possa designare i propri rappresentanti. In base agli accordi, Generali potrebbe avere due membri nella "sorveglianza" di cui un vicepresidente e uno nel comitato di gestione. Ieri, il consiglio di Alleanza, secondo quanto risulta a Il Messaggero, avrebbe posto la necessità di un riconoscimento adeguato nella governance. Intanto, in attesa che sichiarisca la posizione di Triste, si stanno sistemando le caselle della governance.
COMMENTA LA NOTIZIA