1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Sun come Yahoo, maxi-offerta Ibm rispedita al mittente

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tempi duri per i mega-deal nella tecnologia. Dopo il no del board di Yahoo a Microsoft poco meno di un anno fa, ieri è toccato al cda di Sun Microsystems respingere l’offerta promossa da Ibm.  Big Blue ha così ufficialmente ritirato la sua offerta.


Come nel caso di Yahoo i membri del board hanno espresso dubbi sul prezzo proposto, pari a 6,5 miliardi di dollari. Il fatto che questo fosse dell’89% superiore al valore di mercato del titolo nel giorno del lancio dell’offerta aprirà tuttavia ampi spazi di confronto tra azionisti e board. Quello stesso dissidio che ha condotto Jerry Yang ad abbandonare il timone di Yahoo potrebbe così mettere a rischio la poltrona di Scott McNealy, co-fondatore di Sun, tra i più accesi oppositori all’accettazione dell’offerta. Tirare la corda sul prezzo nel caso della internet company si era risolto con la fuga di Microsoft, successivamente disposta solo ad acquisire rami dell’azienda. Nel caso di Ibm il ritiro dell’offerta non sembra al momento preludere a ulteriori offerte, una condizione che si è riflessa sull’andamento di Borsa del titolo Sun, che ieri ha chiuso la seduta in calo di oltre il 20 per cento. Tuttavia Big Blue si troverà di fronte a una difficile valutazione. L’unione tra Ibm e Sun avrebbe infatti creato il primo operatore nel mercato dei server, con una quota di mercato del 65%, ma avrebbe anche consentito al gruppo acquirente di rafforzarsi nel settore dei software, dove Sun è proprietaria dei linguaggi Java, Solaris e MySQL.