1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Summit tra Draghi e banchieri: per l’Italia crescita sostenuta

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“L’Italia e l’area euro presentano prospettive di crescita e di inflazione favorevoli”. Dispensa ottimismo la nota con la quale Bankitalia ha informato della riunione tenutasi ieri a palazzo Koch tra Mario Draghi e i vertici delle maggiori banche italiane. “La crescita europea – aggiunge la nota – , guidata dalla Germania, appare sostenuta e le condizioni finanziarie globali rassicuranti. I mercati finanziari sono connotati da livelli molto bassi di premi di rischio ed in complesso non sembra in atto una revisione di tali ottimistiche valutazioni”. A conferma di ciò c’è il rafforzamento della domanda di credito segnalato dalle banche, con i crediti in sofferenza che comunque rimangono contenuti. All’ordine del giorno dell’incontro figuravano l’analisi della congiuntura, gli effetti della Markets in Financial Instruments directive (Mifid) e l’adeguamento del sistema bancario alla nuova disciplina della compliance. Oltre al Governatore, all’incontro hanno presenziato gli amministratori delegati di Unicredit, Capitalia e Intesa Sanpaolo (Alessandro Profumo, Matteo Arpe e Corrado Passera), il presidente ed il direttore generale dell’Abi, Corrado Faissola e Giuseppe Zadra; l’ad del banco Popolare di Verona e Novara, Fabio Innocenzi; il direttore generale di Mediobanca, Alberto Nagel; ed il dg di Mps, Antonio Vigni. Per quanto riguarda l’adeguamento alla Mifid, che dovrà avvenire entro il prossimo ottobre, “richiederà agli intermediari di operare interventi sugli assetti organizzativi e procedurali con l’obiettivo di minimizzare i rischi legali e di reputazione connessione con la presentazione di servizi di investimento e di migliorare l’offerta in un contesto di accresciuta competitività”, si legge nella nota di Bankitalia.