1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Sull’S&P crollo di Buzzi, Fiat ancora sotto i 10 euro

QUOTAZIONI Buzzi Unicem
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sul listino delle 40 blue chip italiane, vista la nuova fiammata dell’oro nero, non stupisce che gli unici titoli a viaggiare in controtendenza rispetto al mercato siano stati quelli legati al settore oil e dunque Eni (che ha finito appena sotto la parità con un -0,27%), Saipem (+1,98%) e Tenaris (+1,37%). Bene anche Lottomatica, con un +0,90 per cento. Per contro, tra i cali più consistenti della sessione ci sono stati Buzzi Unicem (-8%) e Italcementi (-5,17%), che hanno risentito del generale calo del comparto cementiero, e Atlantia (-5,49%), che ha terminato sui nuovi minimi dal novembre del 2004, penalizzata dalle voci di una possibile uscita dall’azionariato da parte degli spagnoli di Abertis. Voci non confermate dal presidente di Atlantia, Gian Maria Gros Pietro, che, interpellato sull’andamento negativo del titolo, ha rimarcato di non essere a conoscenza di nessuna notizia che giustifichi variazioni così marcate. Non solo, ma sul titolo del gruppo attivo nel settore autostradale ha pesato anche la news che gli analisti di Unicredit hanno ridotto la valutazione da 29,5 a 27 euro, confermando però la raccomandazione “buy”. Rosso intenso anche per il settore banche, soprattutto Mps (-4,67%) e Mediolanum (-5,29%). Fiat (-4,53%), infine, è nuovamente scesa sotto il muro critico dei 10 euro per azione, affossata, tra le altre cose, dal taglio del prezzo obiettivo da 18 a 15 euro operato dagli analisti di Merrill Lynch.