Sul riassetto Telecom la cautela del governo

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Una vicenda che merita grande attenzione”. Così dello Sviluppo economico Pierluigi Bersani definisce il riassetto di Telecom Italia. E non meno prudente si mostra il vice-presidente del Consiglio, Francesco Rutelli, che al seminario dell’Ulivo a Frascati taglia corto: “Non si fanno commenti almeno per ora. Li faremo a tempo debito”. Al ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni, invece, non si cava niente di più che una sola parola: “Vedremo”. Anche se in realtà il governo sta già cercando di vederci un po’ meglio. Il presidente del Consiglio, Romano Prodi, e Gentiloni sono stati in contatto telefonico tutta la giornata di ieri, e nel pomeriggio il ministro delle Comunicazioni è andato a Palazzo Chigi proprio per discutere con il premier del caso Telecom Italia. L’eventualità che Tim possa finire in mani straniere preoccupa il governo: sarebbe il terzo gestore di telefonia mobile dopo Omnitel e Wind. Con il risultato che in Italia non ci sarebbe più un operatore nazionale nella telefonia mobile.

Commenti dei Lettori
News Correlate
EUROPA

Total: utile netto balza del 77% nel primo trimestre 2017

Trimestrale migliore delle aspettative per Total in uno scenario caratterizzato dalla risalita dei prezzi del petrolio. In particolare, il colosso petrolifero francese ha visto l’utile netto rettificato balzare del 56% a 2,6 miliardi di dollari (cons…