1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Suez: è sfida tra i giganti del lusso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La consob francese, l’Amf, indicherà martedì prossimo il termine entro il quale dovrà essere presentata l’Offerta pubblica di acquisto su Suez, della quale i mercati parlano con insistenza da settimane. Il miliardario francese François Pinault è sotto pressione e non troverà facilmente le risorse finanziarie e i partner che potrebbero accompagnarlo in un’avventura da 70 miliardi di euro, e nella quale sembra peraltro in collisione con i piani di governo nonostante l’amicizia con Chirac. Ieri quest’ultimo è stato insolitamente esplicito sulla vicenda difendendo il piano originario di integrazione tra Suez e Gaz de France, da lui definito “strategico per la Francia e per l’Europa”. Non è dunque passata inosservata, ieri, l’assenza al ricevimento d’inizio anno all’Eliseo di Pinault. Un’assenza ancora più clamorosa di fronte alla presenza di Gérard Mestrallet, ad di Suez e strenuo oppositore di un takeover esterno nei confronti della sua società, seduto vicino al finanziere belga Albert Frère, primo azionista di Suez con l’8%, e al patron di Lvmh Bernard Arnault, rivale storico di Pinault. Questi ultimi, secondo indiscrezioni di stampa, starebbero preparando a loro volta un’Opa su Suez attraverso un leveraged buyout, per poi rivenderne le attività ambientali e creare un asse nell’energia elettrica e nel gas.