Stress test nucleari al via in giugno, Equita vede buone potenzialità per Enel -2-

Inviato da Alberto Bolis il Gio, 26/05/2011 - 10:23
Quotazione: ENEL
Secondo la sim milanese, eventuali riduzioni nella produzione avrebbero quindi effetti molto limitati (20% di produzione in meno sarebbe meno dell'1% di Ebitda). "L'esposizione ai prezzi energetici, invece, è rilevante - proseguono gli esperti -. Minore capacità e output da nucleare, nonché il probabile aumento della domanda di gas a compensazione, avranno effetti positivi sui prezzi elettrici a cui Enel è positivamente esposta per il 60% della sua produzione". Equita, in sostanza ritiene che gli effetti sul nucleare non siano ancora esauriti e che quindi il gruppo guidato da Fulvio Conti rappresenti un'ottima opportunità in questa situazione: "buy confermato e target price a 5,5 euro".
COMMENTA LA NOTIZIA