Stress test nucleari al via in giugno, Equita vede buone potenzialità per Enel -1-

Inviato da Alberto Bolis il Gio, 26/05/2011 - 10:23
Quotazione: ENEL
Dopo un inizio di seduta sotto pressione, in scia al taglio dell'outlook da parte di Standard & Poor's, Enel ha subito virato in positivo e adesso guadagna lo 0,65% a 4,698 euro. A tenere banco la notizia dell'imminente avvio degli stress test nucleari, che inizieranno a giugno per terminare ad aprile del prossimo anno ed includeranno le verifiche sugli eventi catastrofici, terroristici e sulla caduta degli aerei. Questi test, secondo gli analisti di Equita, comporteranno inevitabilmente conseguenze in termini sia di possibile blocco negli impianti (la Svizzera ha annunciato l'abbandono del nucleare dal 2034) sia di richiesta per investimenti aggiuntivi in standard di sicurezza. "Riteniamo che Enel abbia una posizione di vantaggio in questo scenario visto che l'esposizione a potenziali effetti negativi è molto bassa - scrive il broker nella nota odierna raccolta da Finanza.com -. Solo il 5% della capacità, il 14% della produzione e il 5% dell'Ebitda arriva infatti dal nucleare".
COMMENTA LA NOTIZIA