Lo stress test per le banche europee è sempre più una farsa (M&G Credit Analysis) -2-

Inviato da Redazione il Ven, 23/07/2010 - 11:46
Senza chiari dettagli di ciò che gli stress test includeranno - oltre al recente comunicato stampa del CEBS - è difficile articolare una critica dettagliata, ma una particolare preoccupazione ci viene dall'assurdità dei regolatori spagnoli che testano il proprio settore bancario sulla base di strutture legali consolidate che non esistono ancora e dove il capitale non sarà completamente interscambiabile tra i gruppi. Infatti è difficile assistere a quanto molti siano tranquilli circa la condizione del sistema bancario spagnolo, quando i dati della Banca di Spagna mostrano che le banche spagnole hanno aumentato i prestiti dalla BCE del 48%, arrivando a 126,3 miliardi di euro a giugno. Allo stesso modo siamo disorientati dal fatto che alcuni dei nomi che non sono nella lista degli stress test - come Credit Mutuel in Francia, Natiowide nel Regno Unito, e Banca Popolare di Milano, forse perché tutte hanno alle spalle complessi assetti proprietari che renderebbero estremamente difficile la raccolta di nuovi capitali. La German Landesbanks che si dichiarava di essere "rilassata rispetto agli stress test" è particolarmente preoccupata, dato che il track record della Landesbanks deve ammettere pesanti perdite rispetto a ogni asset class. E ciò di cui i mercati hanno realmente bisogno è di rassicurazioni sulla forza finanziaria delle vere controparti attive sui mercati, e in particolare delle banche di investimento sussidiarie dei gruppi bancari europei e non, che non saranno fornite dagli stress test per quanto ne sappiamo.
COMMENTA LA NOTIZIA