StMicroelectronics: tenuta minimi 23 giugno può favorire un rimbalzo

Inviato da Alessandro Piu il Mar, 12/07/2011 - 12:17
Quotazione: STMICROELECTRONICS
Pesante ribasso a Piazza Affari per il titolo StMicroelectronics, il secondo peggiore del Ftse mib dopo il recupero messo a segno a metà mattina dal comparto bancario. L'azione del produttore di chip arretra ben oltre i 3 punti percentuali a 6,62 euro dopo aver toccato un minimo di seduta a 6,475 euro, poco sopra l'importante area di supporto a 6,43/415. Oltre ai minimi della discesa messa a segno tra il 9 marzo e il 23 giugno scorso(-34%), si trova in questa zona la trendline rialzista di lungo periodo ottenibile con l'unione dei minimi del 9 marzo 2009 con quelli del 30 agosto e dell'8 ottobre 2010. La tenuta del supporto appare quindi decisiva per evitare la prosecuzione della discesa in direzione del target successivo, a 5,94 euro e per mettere eventualmente a segno un rimbalzo in direzione della media mobile a 14 giorni (6,822) e successivamente 6,94 e 7,20. Proprio a quota 7,20 euro, 23,6% di ritracciamento di Fibonacci della discesa descritta, si è fermato il tentativo di rimbalzo partito il 23 giugno. Lo scenario rimane neutrale nel breve termine e short nel medio. L'oscillatore Rsi potrebbe mettere in evidenza una divergenza a breve e ha rotto al rialzo una tredline ribassista discendente dai massimi del 13 gennaio. Per sfruttare un eventuale rimbalzo dell'azione attendere un recupero di 6,76 con target a 6,94 e 7,15 euro posizionando stop loss a 6,65 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA