Stm, con la rottura di 8,80 euro il chip va in corto circuito

Inviato da Riccardo Designori il Ven, 11/02/2011 - 11:40
Quotazione: STMICROELECTRONICS
Viaggia in marcato territorio negativo Stm dopo la diffusione delle nuove strategie di Nokia, di cui il gruppo guidato da Bozotti è il principale fornitore di chip. Le ripercussioni a livello grafico delle vendite odierne sono interessanti per chi volesse implementare una strategia ribassista: considerando che il titolo aveva raggiunto nelle scorse settimane l'importante area di resistenza a 9,20 euro ereditata dal settembre del 2008, l'incrocio dall'alto verso il basso della media mobile a 14 periodi transitante a 8,8490 euro e la rottura di 8,80 euro conferma la volontà ribassista del titolo. In quest'ottica è possibile sfruttare tali indicazioni con la vendita di 8,60 euro. In tal caso lo stop è collocato a 8,95 euro mentre il primo target è a 8,13 euro e il secondo a 7,53 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA