STM amplia le perdite, il ceo Bozotti vede segnali di miglioramento per gli ordinativi

Inviato da Redazione il Gio, 30/04/2009 - 10:32

STMicroelectronics ha chiuso i primi tre mesi del 2009 con ricavi per 1,660 miliardi di dollari e una perdita per azione di 62 centesimi. I valori si confrontano rispettivamente con i 2,478 miliardi e la perdita di 9 centesimi registrati nell'analogo periodo dello scorso anno. Complessivamente il rosso è pari a 541 milioni di dollari. In calo anche il margine lordo, sceso dal 36,3 al 26,3%, mentre la posizione finanziaria netta è aumentata a circa 250 milioni di dollari di netto di cassa.

"Abbiamo recentemente iniziato a vedere alcuni indicatori di miglioramento negli ordinativi e più in generale della visibilità", ha detto Carlo Bozotti, president & Ceo della società. "Riteniamo - ha tuttavia precisato - che sia ancora troppo presto per stabilire quanto siano sostenibili questi segnali attraverso l'intera gamma di applicazioni e tutte le aree geografiche".  Il manager ha aggiunto che STM resta focalizzata sulle "priorità fondamentali per il 2009"  e continuerà ad eseguire i programmi in corso di sviluppo prodotti, marketing, produttività e risparmio sui costi".

Con riferimento al contenimento degli oneri Bozotti ha aggiunto che "siamo ben allineati al conseguimento del nostro obiettivo 2009, che prevede la riduzione dei costi di oltre 700 milioni di dollari rispetto ai dati annualizzati del quarto trimestre del 2008". La riduzione dei costi già effettuata è stata il frutto del riallineamento delle attività di produzione e della riduzione delle spese, ha chiarito ancora il manager.

COMMENTA LA NOTIZIA