1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

STM alla prova dei conti: utile balza a 239 mln$. Sostegno da auto e industria, debole domanda smartphone

Archiviato un primo trimestre con utili e ricavi in crescita. Bene il settore auto e industriale, debole quello degli smartphone

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Conti in rialzo, con un raddoppio dell’utile per STMicroelectronics nei primi tre mesi del 2018. Un sostegno arriva dal settore automobilistico e industriale, risulta invece debole in avvio d’anno la domanda di smartphone.

Prima dell’avvio degli scambi in Europa, il big italo-francese dei chip ha presentato al mercato i conti dei primi tre mesi dell’anno, archiviati con un utile netto di 239 milioni di dollari contro i 108 milioni registrati nell’analogo periodo nel 2017, mentre il margine lordo è stato del 39,9 per cento. Crescita a doppia per i ricavi che si sono attestati a 2,23 miliardi di dollari, in aumento del 22,2% rispetto agli 1,82 miliardi conseguiti nel primo trimestre 2017. Nel trimestre in esame è salito anche il reddito operativo di STM che è stato di 269 milioni dai 132 di un anno fa. Gli analisti si attendevano un giro d’affari di 2,224 miliardi di dollari e con Ebit a 278,4 milioni e l’utile a 239,1 milioni.

Quanto alla cedola, STM ha inoltre annunciato che all’assemblea 2018 verrà proposta la distribuzione di un dividendo cash di 0,24 dollari ad azione da distribuire da distribuire in rate trimestrali di 0,06 dollari ciascuna nel secondo, nel terzo e nel quarto trimestre del 2018 così come nel primo trimestre del 2019 agli azionisti che risultino tali nel mese di ciascun pagamento trimestrale.

 

“Abbiamo iniziato il 2018 con un altro trimestre di crescita a doppia cifra anno su anno in tutti i gruppi di prodotto e le regioni geografiche,” ha commentato Carlo Bozotti, numero uno del colosso europeo dei chip. “I risultati del primo trimestre sono stati migliori del punto intermedio della nostra guidance in termini di vendite e margine lordo su base sequenziale – prosegue Bozotti -. Abbiamo conseguito una performance migliore di quella stagionale nel settore dell’automobile e in quello industriale grazie al nostro approccio orientato alle applicazioni di Smart Driving e Internet of Things, nonostante la dinamica sfavorevole, prevista e dovuta alla stagionalità, per le applicazioni per smartphone“.

 

Guardando oltre, per il trimestre in corso STM stima una crescita dei ricavi intorno all’1,5% su base sequenziale, più o meno 3,5 punti percentuali. Il margine lordo del secondo trimestre dovrebbe attestarsi intorno al 40% più o meno 2 punti percentuali. “Nonostante la debolezza della domanda che stiamo riscontrando per gli smartphone nella prima metà del 2018, ci attendiamo una crescita dei ricavi anno su anno di circa il 17,5% per il secondo trimestre e di circa il 19,8% per il primo semestre, come punto intermedio della nostra guidance – si legge in una nota del big europeo dei chip -. Il fattore trainante sarà un andamento delle vendite che si manterrà migliore della stagionalità nei prodotti per l’automobile, nel settore industriale e nelle applicazioni di Internet of Things.”