1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Stiglitz, per l’Italia probabile futuro fuori dall’Euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Non ha utilizzato mezzi termini Joseph Stiglitz, premio nobel per l’economia, per commentare il futuro dell’Italia nell’Eurozona.
L’esperto, nel corso di un’intervista pubblicata dal quotidiano tedesco Die Welt, ha ribadito le proprie perplessità circa la permanenza dell’Italia nel circuito della moneta unica.

A preoccupare sono le opinioni dei cittadini italiani, sempre più distanti dall’idea di europeismo su cui si è basata la nascita dell’euro; soprattutto scienziati e leader politici sono tra i più delusi dai risultati ottenuti dall’unità monetaria.
Agli italiani è oramai chiaro che l’Italia nell’euro non funziona” ha dichiarato l’esperto che si è detto poco fuducioso sul fatto che l’Eurozona, fra 10 anni, possa contare ancora sugli attuali 19 stati membri.

Siglitz ha inoltre sottolineato come l’euro e le politiche di austerità si sono rivelate inefficaci a combattere i proplemi di crescita dei Paesi europei. 

La disgregazione della moneta unica, o la divisione tra nord e sud Europa in quest’ottica rimangono le uniche ipotesi percorribili per ridare vita ad un’economia in stallo.

Secondo Stiglitz Europa e Stati Uniti hanno economie, risorse e forza lavoro simili, ma l’economia americana è riuscita a intraprendere un cammino di recupero dopo la crisi finanziaria.
L’Europa ha invece fallito su tutti i fronti. E la motivazione di questa differenza è da ricercarsi proprio nell’euro, una moneta nata per unire più Paesi sotto la stessa valuta ma che alla prova dei fatti si è dimostrato un peso insostenibile per le economie dei singoli stati del Vecchio continente.