1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Steve Jobs si dimette: titolo Apple giù nell’after hours

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Steve Jobs getta la spugna e lascia la guida della sua Apple.

L’amministratore e fondatore della società della mela morsicata ha scritto una lettera agli azionisti e ai dipendenti: “E’ arrivato il giorno in cui non posso più rispettare i miei compiti di Ceo”. La sua carica verrà ricoperta da Tim Cook mentre Jobs rimarrà comunque presidente del consiglio di amministrazione e dipendente di Apple. L’annuncio ufficiale è arrivato ieri dopo la chiusura dei mercati, alle 18.30 di New York. Il titolo quotato a Wall Street ha immediatamente innescato la retromarcia e nella sessione after hours ha ceduto circa 5 punti percentuali scendendo a 357,1 rispetto ai 376,18 dollari della chiusura.


Steve Jobs, 56 anni, è stato colpito dal cancro al pancreas nel lontano 2004 e dopo aver subito un trapianto di fegato nel 2009 è tornato regolarmente al comando della società anche se è apparso sempre più magro e le sue apparizioni pubbliche si sono sempre più affievolite. Nel 2009 è stato costretto a lasciare temporaneamente la società per circa 6 mesi: ora le dimissioni sembrano essere definitive.

La storia del titolo Apple in Borsa rappresenta uno dei maggiori successi degli ultimi anni. Rispetto alle quotazioni del lontano 1997, data in cui Jobs assunse la carica di amministratore delegato, il titolo Apple ha messo a segno una strabiliante performance del +9 mila per cento. La capitalizzazione è balzata da 2,08 a 348,7 miliardi di dollari. Solo qualche giorno fa la società aveva superato per capitalizzazione il colosso petrolifero Exxon Mobil raggiungendo la leadership in termini di capitalizzazione a livello mondiale.

Michael Gartenberg, direttore del team di ricerca presso Gartner, ha così commentato l’annuncio: “Sebbene le dimissioni di Jobs rappresentino la fine di un’era per Apple, è importante sottolineare come Apple è molto più di una singola persona, anche se si parla di Steve Jobs. Rimanendo presidente Mr Jobs continuerà a lasciare il proprio segno sui prodotti e sull’intera vita aziendale”.