1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Sterlina sotto osservazione nonostante le smentite di Moody’s

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I rumor circolati ieri sera ma prontamente smentiti circa un possibile declassamento del rating della Gran Bretagna da parte di Moody’s ha messo sotto osservazione la sterlina. La divisa britannica segna un apprezzamento dell’1,27% contro yen (145,160) e di mezzo punto percentuale contro dollaro.

Nella prima fase della seduta l’interesse degli operatori è rivolto a dollaro ed euro rispetto allo yen (+0,98% con il cross a 131,050), sebbene le due valute restino ben ancorate all’interno del trading range dell’ultimo mese. In evidenza ancora le valute ad alto rendimento, come il dollaro australiano e quello neozelandese sulla scia dei dati positivi arrivati dalla Cina. A novembre la produzione industriale cinese è aumentata al passo più veloce dal giugno 2007. L’incremento su anno è stato del 19,2%, sopra le attese a +18%

Sul fronte macroeconomico sono attese per oggi le vendite al dettaglio degli Stati Uniti e la fiducia dei consumatori Usa elaborata dall’università del Michigan. La lettura di novembre è prevista in crescita dello 0,60% rispetto al mese precedente. Scorporando la componente legata alle vendite di auto il dato è stimato in crescita dello 0,2%. Se venisse confermata la lettura evidenzierebbe la prosecuzione della crescita dei consumi a stelle e strisce e di conseguenza un ulteriore miglioramento della congiuntura visto che la spesa delle famiglie incide per oltre il 60% sul Pil americano.