1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Sterlina consolida, Barclays consiglia di vendere

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di ottava di consolidamento per le quotazioni della sterlina che poco dopo la chiusura delle contrattazioni in Europa passa di mano a 1,6638 dollari Usa e a 82,56 centesimi nel cambio con la moneta unica.

La scorsa settimana indicazioni ribassiste per il pound sono arrivate dai dati macro relativi l’inflazione, scesa a gennaio dal 2 all’1,9 annuo, dal tasso di disoccupazione, salito nei tre mesi a dicembre dello 0,1 al 7,2 per cento e, nel finale di ottava, dalle vendite al dettaglio, arretrate nel primo mese dell’anno dell’1,5 per cento mensile.

“Il momentum positivo che ha sostenuto il pound sembrerebbe in calo”, ha commentato Ian Stannard, n.1 degli strategist valutari europei di Morgan Stanley. “È sempre più difficile per i dati britannici generare soprese positive e supportare la crescita del cambio sterlina/dollaro”, ha detto Stannard.

A livello operativo, Chris Walker di Barclays Capital consiglia di “shortare” il cable. “Riteniamo che un buon compromesso tra rischio e rendimento sia rappresentato dal posizionarsi verso un ribasso a un mese del gbp/usd in direzione della nostra stima a 1,64”. Secondo Walker esistono ulteriori rischi ribassisti, “alla luce dell’andamento dell’inflazione e delle aspettative per le politiche monetarie”.