1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

La sterlina capitalizza il buon andamento dei conti pubblici

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta all’insegna degli acquisti per la divisa britannica. Dopo le vendite innescate dai rumor su un taglio del merito di credito britannico, oggi la moneta d’Oltremanica capitalizza i dati relativi l’andamento dei conti pubblici.

A gennaio il fabbisogno finanziario netto del settore pubblico (Psnb, public sector net borrowing) è risultato pari a -11,4 miliardi di sterline. Il dato, il maggiore dal 2008, è più che doppio rispetto ai -5,4 miliardi messi a segno nel primo mese del 2012.

Il risultato è stato favorito dai trasferimenti della Bank of England nell’ambito del programma di acquisto asset che hanno ridotto il fabbisogno di 3,8 miliardi.

In scia anche delle indicazioni deludenti arrivate dai dati macro relativi il Vecchio continente, a febbraio gli indici Pmi hanno deluso le attese, il cambio con la moneta unica arretra dello 0,75% portandosi a 0,8649 sterline.

La moneta inglese guadagna terreno anche contro un dollaro rinvigorito dall’annuncio che la Federal Reserve potrebbe interrompere il piano di acquisto asset prima del previsto. In questo momento il cable, il cambio sterlina/dollaro, segna un rialzo dello 0,1% a 1,5239.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.