1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Stellar: la moneta digitale entra nell’Olimpo delle criptovalute

Il Bitcoin rimane saldo al primo posto nella Top Ten delle criptovalute. Ma è il Ripple quello che guadagna di più nel 2017, incassando +35.500%.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si chiama Stellar ed è entrata ufficialmente nell’Olimpo delle criptovalute. Diversi analisti  la considerano la nuova promessa del 2018, dopo il suo ingresso nella Top Ten delle monete digitali classificate secondo le rispettive capitalizzazioni di mercato.

Complice il rally poderoso, superiore a +65% incassato dallo scorso venerdì, Stellar si è posizionata all’ottavo posto nella classifica delle 10 criptovalute più popolari, con un valore di mercato di $10 miliardi, stando alle rilevazioni di CoinMarketCap. Costa appena 56,4 centesimi.

Anche Stellar utilizza la tecnologia blockchain che è alla base del Bitcoin. Il suo punto di forza è la velocità con cui le transazioni vengono compensate, praticamente in un 2-5 secondi, oltre che alla sua funzione.

La moneta permette infatti agli utenti di convertire velocemente le valute mondiali, trasformando per esempio dollari Usa in euro, e così via. Le monete Stellar sono chiamate ufficialmente “lumens”, e sono note con il simbolo XLM.

La credibilità di questo asset trova fondamento nell’utilizzo del suo network da parte di un colosso del calibro di IBM, che sta sviluppando un sistema di pagamenti transnazionali con alcune grandi banche. Tra i partner del progetto, si mette in evidenza anche la società di consulenza Deloitte.

Il Bitcoin rimane la moneta digitale numero uno in termini di capitalizzazione di mercato, che si aggira attorno ai $232 miliardi.

Tuttavia, nelle ultime due settimane la sua popolarità è stata appannata, tanto che i prezzi sono scesi nella sessione di martedì attorno a $13.880, in flessione del 12% su base settimanale, (stando alle rilevazioni di Coinbase). C’è da dire comunque che il Bitcoin ha ricevuto un assist, nelle ultime ore, dall’interesse arrivato dal noto investitore Peter Thiel.

In ogni caso, a dispetto di un balzo fino a +1.900% dell’anno scorso, il 2017 non ha incoronato il Bitcoin, quanto piuttosto il rivale Ripple. La criptovaluta ha stracciato infatti ogni record in termini di rialzi su base percentuale, volando del 35.500% a $2,30 nelle contrattazioni dello scorso anno, e piazzandosi così al secondo posto per valore di mercato.

Ieri la moneta è avanzata del 2% attorno a $2,44, a fronte di una capitalizzazione di $94,65 miliardi.

Così come Stellar, anche Ripple si concentra sul sistema dei pagamenti, tanto da lavorare con istituzioni finanziarie della Corea del Sud e del Giappone. Tra l’altro, entrambe sono state fondate dalla stessa persona, ovvero da Jeb McCaleb, ideatore della piattaforma di scambio del Bitcoin Mt.Gox.