Lo Stato tedesco torna virtuoso e chiude il primo semestre 2007 in nero

Inviato da Redazione il Ven, 24/08/2007 - 08:41
Il primo semestre 2007 si è chiuso con un attivo pari a 1,2 miliardi di euro per il bilancio dello Stato tedesco. E' la prima volta che il risultato viene raggiunto dopo l'unificazione della Germania, nel 1990, ed è il frutto dell'aumento delle entrate fiscali registrato in conseguenza della forte crescita economica ma anche del controllo della spesa pubblica. Nel primo semestre dell'anno le entrate fiscali dello Stato tedesco sono aumentate del 5,6% mentre la spesa è cresciuta solo dello 0,7% e ciò ha permesso di fare al bilancio un balzo notevole se confrontato con la situazione nello stesso periodo dello scorso anno quando si era registrato un passivo di circa 23 miliardi di euro. Soddisfazione è stata espressa dal Cancelliere Angela Merkel che ha invitato a non riposarsi sugli allori mentre il ministro delle Finanze teutonico Peer Steinbruck ha messo a tacere seccamente chi già avanzava richieste di taglio della prssione fiscale: "Coloro che invocano tagli alle tasse ora richiamano senza vergogna un ritorno alle politiche che ci hanno lasciato con una montagna di debiti pari a 1.500 miliardi di euro".
COMMENTA LA NOTIZIA