Stati Uniti, in difficolta' le grandi compagnie aeree

Inviato da Redazione il Ven, 16/09/2005 - 08:48
E' un crac fragoroso quello dei cieli statunitensi. Tutte o quasi le maggiori compagnie aeree sono sull'orlo di gravi crisi e quattro hanno già fatto richiesta di amministrazione controllata. A United e UsAirways si sono aggiunte negli scorsi giorni Delta e Northwest Airlines mentre American Airlines, la prima compagnia americana, e Continental difendono a denti stretti il loro profitto ma incontrano difficoltà sempre maggiori. Con l'iscrizione al "Chapter 11" di Delta e Northwest oltre il 50% del trasporto aereo statunitense è in bancarotta e storicamente non è facile riprendersi. Negli ultimi 25 anni 100 compagnie hanno scelto questa strada ma la maggior parte ha dovuto chiudere i battenti come ricordano i nomi ormai del passato di Pan Am, Twa, Eastern e Braniff. Per gli esperti di settore, l'unica via d'uscita per il salvataggio di compagnie appesantite da costi di assistenza medica e pensioni (che non gravano in maniera così decisiva sulle compagnie aeree nate dopo la deregulation dei cieli) è la fusione, un'altra via non facilmente percorribile, ma scelta per esempio da Us Airways che ha annunciato l'alleanza con American West.
COMMENTA LA NOTIZIA