Standard Chartered chiude a -6% dopo accusa di aver nascosto affari con Iran

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 07/08/2012 - 08:52
Scandalo su Standard Chartered, la banca con sede in Gran Bretagna che a New york è stata accusata dalle autorità di controllo di aver nascosto affari da 250 milioni di dollari tra il 2001 e il 2010 con il governo iraniano. L'accusa è di aver reso il sistema finanziario statunitense "vulnerabile a favore di terroristi, trafficanti di armi e di droga e a un regimi corrotti". Nell'accusa dello Stato di New York, la minaccia per Standard Chartered di revocare la licenza di operare nello Stato. Il titolo ieri ha ceduto oltre il 6% a Londra.
COMMENTA LA NOTIZIA