La stagione delle trimestrali entra nel vivo, segno più per Wall Street

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 17/10/2012 - 09:00
Gli indici statunitensi chiudono con il segno più in scia dei risultati sopra le attese di Goldman Sachs (-1,03%). Dopo Citigroup (+1,61%) e JPMorgan Chase (+1,06%) anche la banca d'affari guidata da Lloyd C. Blankfein ha battuto il consenso degli analisti archiviando il terzo trimestre con un utile di 1,51 miliardi ed un fatturato più che raddoppiato a 8,35 miliardi. All'interno di un comparto finanziario in subbuglio per le dimissioni del Ceo di Citigroup Vikram Pandit, spiccano anche i risultati di PNC Financial (-4,02%), di UnitedHealth (-1,06%) e di State Street (+4,69%). -22,34% invece per Bankrate affossata dal warning sui conti del Q3. Negli altri settori spiccano i numeri di Coca Cola (-0,6%) che nel terzo trimestre fiscale ha registrato un utile netto di 2,31 miliardi di dollari ed un fatturato di 12,34 miliardi, e di Johnson & Johnson (+1,38%), che grazie ai conti migliori delle attese ha potuto rivedere al rialzo la guidance 2012. In attesa dei conti, +0,99% per Ibm e +2,85% di Intel. Il Dow Jones ha terminato in rialzo dello 0,95% a 13.551,78 punti, +1,03% per lo S&P a 1.454,92 e +1,21% del Nasdaq a 3.101,17 punti.
Per quanto riguarda le indicazioni macro, sopra le attese gli aggiornamenti relativi il Cpi (+0,6% m/m) e la produzione industriale a settembre (+0,4% m/m). In linea con le stime l'indice Nahb, salito ad ottobre da 40 a 41 punti. Tra le altre storie del giorno +2,37% per Apple che ha annunciato che il prossimo 23 ottobre si terrà uno "special event" al California Theatre di San Jose (California). Anche se da Cupertino non sono stati forniti ulteriori dettagli, gli esperti scommettono che nel corso dell'incontro sarà presentata una versione ridotta dell'iPad, il c.d. "iPad Mini".
COMMENTA LA NOTIZIA