1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

ST vede nero, aspettando Intel

QUOTAZIONI Stmicroelectronics
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ennesima giornata no per ST alla Borsa di Milano. Il titolo del gruppo italofrancese piega la testa sotto la pioggia di vendite(-1,70%) a quota 13,94 euro. Non è certo un periodo dei migliori per la società guidata da Pasquale Pistorio, stretta dai dubbi di un rallentamento delle vendite dei chip. La paura fa novanta al Credit Suisse First Boston e a Merrill Lynch. Gli esperti della casa d’affari svizzera hanno messo mano ieri alle stime di utile per azione 2004 e 2005 passate di ST riviste rispettivamente del 4% e dell’11%. “L’espansione dei margini prevista per il 2005 dalla società di Pistorio rimane per certi versi un atto di fede”, sostiene J. Danjou, analista della prestigiosa casa d’affari. Secondo il Credit Suisse First Boston le indicazioni che la società guidata da Pasquale Pistorio ha fornito per il secondo semestre 2004 potrebbero infatti fare cilecca perché troppo aggressive. Stessi toni hanno usato gli esperti di Merrill Lynch questa settimana, che in un report recente in cui anche loro hanno tagliato l’Eps 2004-2005 hanno confermato il giudizio sell(titolo da vendere) su ST. Ma non tutto è ancora perduto. A mercati chiusi Intel renderà noti i risultati. Ebbene i numeri del colosso Usa potrebbero rappresentare una boccata d’ossigeno per il comparto dei chip, ST inclusa. “Settimana scorsa Amd ha perso quota di mercato”, ricorda Edoardo Mosca, responsabile Ufficio Studi di Nuovi Investimenti. “Intel potrebbe aver messo le mani su quei clienti e dare speranza al comparto chip per qualche settimana”.