ST, per Ubm il vero catalizzatore e' la crescita del settore

Inviato da Redazione il Mar, 17/05/2005 - 15:55
Quotazione: STMICROELECTRONICS
ST sta andando nella giusta direzione. La pensano così gli analisti di Ubm.
La società italo-francese ha annunciato ieri tagli addizionali al personale per 3000 unità entro il 2006, fuori dall'Asia. Maggiori dettagli saranno forniti nelle prossime settimane. Tuttavia ST ha dichiarato che l'ammontare addizionale di risparmi a regime nel 2006 sarà di 90 milioni di dollari mentre i costi di ristrutturazione legati a questo piano saranno 100-130 milioni di dollari che verranno spesati a conto economico nel 2005. E queste indicazioni fanno ben sperare. "Crediamo che le misure addizionali vadano nella direzione giusta: delocalizzazione della produzione in Asia per poter recuperare competitività", esordiscono nella nota odierna raccolta da Finanza.com gli esperti della prestigiosa merchant bank. "Tuttavia l'impatto sui conti di ST rimane limitato. Stimiamo che nel 2005 l'effetto netto dovrebbe essere negativo per circa 0,05 dollari per azione mentre sul 2006 l'effetto è positivo per 0,10 dollari per azione", aggiungono ancora. "Di conseguenza il nostro utile per azione 2005 passa da 0,27 a 0,22 dollari e quindi il P/E da 53,3 volte a 66,7 volte; mentre nel 2006, l'utile per azione passa da 0,44 a 0,54 dollari ed il P/ E da 33 volte a 26 volte", spiegano ancora alla prestigiosa merchant bank. "Crediamo che il vero catalyst del titolo sia la crescita del settore che possa permettere ai vari competitors di utilizzare a pieno la loro capacità ed a ST di coprire l'insieme dei suoi costi fissi. Ribadiamo la nostra posizione: il settore non dovrebbe essere forte sia quest'anno che il prossimo con pressioni sui margini dovuto alla competizione sui prezzi. Al cambio di ieri il nostro fair value in euro è di 11,8 euro", concludono a Ubm. Rating confermato a reduce (titolo da ridurre in portafoglio).
COMMENTA LA NOTIZIA