1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

ST sconta l’effetto Intel, exploit di Benetton

QUOTAZIONI Stmicroelectronics
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

All’interno dell’S&P/Mib40 bene, come del resto anche in Europa, il settore del lusso e soprattutto Bulgari (+1,71%). Per la maison romana sono tornate a rincorrersi sui mercati le voci riguardanti la possibile messa in vendita del gruppo della moda. In forte rialzo poi il titolo petrolifero Saipem (+3,30%), spinto tra le altre cose dal buon andamento del comparto “oil” a livello internazionale. Denaro anche su Mediaset, Capitalia, Popolare di Verona e Novara e Telecom Italia (+1,76%). Quest’ultima è schizzata in avanti nelle ultime battute di negoziazione, grazie ai guadagni messi a segno dal peer inglese Vodafone, per il quale si mormora di una possibile cessione della propria filiale di telefonia mobile in Giappone a Softbank. Deboli, per contro, i titoli finanziari, Alleanza Assicurazioni, Ras e Banca Mps. Giù anche ST Microelectronics (-1,21%), nonostante che comunque l’azione abbia recuperato un minimo di terreno rispetto alle perdite fatte registrare in corrispondenza dell’annuncio dell’allarme sui ricavi da parte di Intel, player attivo nel medesimo settore. Sul Midex exploit di Benetton Group (+6,72%), con l’azione che si è riportata sui livelli del 2003, complici le buone nuove giunte dal fronte dei ricavi previsti per l’anno in corso. La società attiva nel settore dell’abbigliamento in una nota ha anticipato che “il significativo aumento dei volumi e un mix di prodotto fanno prevedere un incremento dei ricavi consolidati 2006 almeno pari a quello registrato nel 2005”. In forma smagliante, per il secondo giorno di fila, Tenaris (+2,36%), che, dopo i risultati record annunciati alla vigilia, ha rinnovato i massimi storici, anche grazie al giudizio positivo arrivato dagli analisti di Cheuvreux, che hanno ritoccato verso l’alto le loro previsioni per il 2006.