1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

ST alla guida dei rialzi dell’S&P, exploit di Marzotto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Piazza Affari, in questa giornata positiva, ha visto brillare diverse stelle. A cominciare da ST Microelectronics (+3,54%), per la quale prosegue il momento buono. Secondo indiscrezioni circolate in mattinata sui mercati finanziari, la società sudcoreana Hynix Semiconductor potrebbe vagliare la possibilità di un accordo con ST Microelectronics, che avrebbe già messo sul piatto un accordo di collaborazione nella produzione di chip di memoria. La società italo-francese fondata da Pasquale Pistorio ha tuttavia puntualizzato a mezzo di una nota che “i contatti con concorrenti e partner sono prassi quotidiana per tutte le aziende del settore dei semiconduttori”, ma ha rifiutato ulteriori commenti. Bene il settore media. L’Espresso ha beneficiato del “buy” giunto da Merrill Lynch, che ha avviato la copertura, mentre Morgan Stanley ha alzato la raccomandazione a “overweight” su Mediaset. Tra le performance migliori vanno poi segnalate Mediolanum, Alleanza e Autogrill. Già alla vigilia l’azione del gruppo di ristorazione aveva già messo in saccoccia un rialzo del 3,85%, sulle rinnovate voci di un’Opa dei Benetton. “Siamo in mano alla speculazione”, commenta un trader interpellato da Finanza.com, “e per questo indiscrezioni come quelle di Opa tendono a fare più presa”. “Ritengo però”, aggiunge “che a spingere l’azione siano più verosimilmente due fattori: primo, il fatto che negli ultimi due mesi sia stata consolidata a bilancio l’acquisizione di Aldeasa; secondo, c’è attesa per i risultati semestrali che saranno annunciati a fine a mese e che dovrebbero mostrare una sostanziosa plusvalenza dal punto di vista del tasso di cambio. L’euro/dollaro era stata infatti ipotizzato dal management nelle stime a 1,30”. A distinguersi per le perdite accusate sono state Enel (-1,11%) e Saipem (-1,17%). Infine, Marzotto ha terminato con un notevole progresso del 17,54%, dopo essere stata più volte sospesa dalle negoziazioni. Sulla società tessile si è accesa una battaglia che vede contrapposti i membri delle famiglie dalle Rose e Marzotto.