Sponda cinese fa correre aussie e kiwi

Inviato da Titta Ferraro il Lun, 09/06/2014 - 11:35
Le indicazioni arrivate ieri da Pechino, con il balzo dell'export cinese a maggio, fa da traino oggi alle valute oceaniche maggiormente correlate con l'economia del Dragone. In particolare la Cina è il principale partner commerciale dell'Australia contando per il 27% del totale delle esportazioni del Paese.

Il dollaro australiano viaggia in buon rialzo con cross Aud/Usd salito questa mattina fino a 0,9632 dando seguito al progresso dell'1,1% messo a segno nelle ultime due settimane. Il cosiddetto aussie beneficia oggi anche dell'indicazione arriva da Morgan Stanley che ritiene la valuta oceanica in grado di apprezzarsi fino alla parità rispetto al dollaro statunitense entro la fine dell'anno, mentre il consensus Bloomberg è di una discesa del cross Aud/Usd a 0,89 nell'ultimo trimestre dell'anno.
Intonazione positiva anche per il dollaro neozelandese salito fino a 0,853 rispetto al biglietto verde.

La bilancia commerciale della Cina ha evidenziato a maggio un surplus di 35,92 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai 18,45 miliardi di aprile (dato rivisto da 18,46 miliardi). Il mercato si attendeva un surplus di 22,6 miliardi di dollari. Nel dettaglio le esportazioni hanno mostrato una crescita del 7% su base annuale (+0,9% ad aprile), mentre le importazioni sono scivolate dell'1,6% su base annuale (+0,8% ad aprile).
COMMENTA LA NOTIZIA