1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Spagna, il mercato continua ad apprezzare la periferia d’Europa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Buona asta spagnola questa mattina, con il Tesoro che è riuscito a collocare poco più della forchetta massima prevista di 4,5 miliardi di euro. I rendimenti sono scesi su tutte e tre le scadenze in emissione oggi 2016, 2018 e 2026, con tassi rispettivamente al 2,26%, al 2,807% e al 4,35%. La domanda è rimasta solida soprattutto nel breve.

Il miglioramento delle ultime due settimane è stato sigillato con l’emissione odierna, con i rendimenti in asta scesi ai minimi da due anni. La reazione del mercato non è stata importante dato che sostanzialmente i tassi si sono avvicinati a quelli del mercato secondario.

I fondamentali macroeconomici spagnoli lasciano ancora molta perplessità e le misure adottate dal Paese per ridurre il deficit di bilancio non sembrano produrre gli effetti sperati. Più che un taglio dei tassi l’economia spagnola, come quella italiana, necessiterebbe delle misure di sostegno alle piccole e medie imprese, che rappresentano l’ossatura dell’economia di molti Paesi dell’eurozona.

Il piano in discussione ora a Francoforte potrebbe essere pronto già per il meeting di giugno. Sarà importante che la Bce acceleri su questo fronte per evitare che sfumi la possibilità di recupero attesa per la seconda metà dell’anno.

FILIPPO A. DIODOVICH
Market Strategist IG