1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Spagna: in arrivo tagli per 27 miliardi, il deficit-Pil 2012 atteso al 5,3%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tramite l’incremento delle tasse ed i tagli alla spesa l’esecutivo spagnolo taglierà il disavanzo di 27 miliardi di euro, il 2,5% del Pil. Lo ha annunciato il Ministro del Tesoro Cristobal Montoro. Il bilancio dei Ministeri sarà ridotto del 17% e tramite un condono fiscale saranno raccolti 2,5 miliardi di euro. Per quanto riguarda le imprese, il piano prevede un incremento delle imposte ed un calo dei sussidi. Gli stipendi dei dipendenti pubblici nel 2012 saranno congelati. Le misure, secondo le stime, dovrebbero portare ad un calo del rapporto deficit/Pil dall’8,5% del 2011 al 5,3%. Nel 2013 il dato dovrebbe scendere al 3%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO

Juventus: acquisizione definitiva del calciatore Juan Cuadrado

La Juventus, che ieri si è laureata Campione d’Italia per il sesto anno consecutivo, ha emesso una nota per annunciare che “a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali”, è scattato l’obbligo di acquisto a titolo definitivo da…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COLLOCAMENTO AZIONI

Emak: Yama avvia un collocamento sul 10% del capitale

Yama Spa, azionista di maggioranza di Emak con il 75,185% del capitale, ha avviato la cessione di massime 16,4 milioni di azioni, corrispondenti a circa il 10% del totale. Il collocamento verrà realizzato attraverso una procedura di accelerated book …

MERCATI

Mercati europei contrastati. Tonfo per la belga UCB

Avvio di settimana contrastato per le borse europee: a Londra il Ftse100 ha terminato a 7.496,34 punti, +0,34%, il Dax si è fermato a 12.619,46, -0,15%, e il Cac40 a 5.322,88, -0,03%.

Acquisti sull’euro, che ha aggiornato i massimi da novembre a …