Spagna: Catalogna chiede aiuto. Ue pronta a intervenire sulle banche, ma Rajoy frena

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La regione spagnola della Catalogna ha annunciato oggi di voler chiedere un aiuto di 5,023 miliardi di euro a Madrid per rifinanziarsi. Il consiglio esecutivo della regione autonoma, riunitosi oggi, ha deciso di richiedere l’accesso al fondo statale, il Fondo de Liquidez Autonómica. La richiesta non dovrebbe comportare nuove imposizioni e condizioni politiche per la Catalogna.

Tornano così le preoccupazioni sulla Spagna. Appena dopo il lancio dell’Sos da parte della Catalogna, la Borsa di Madrid ha allargato le perdite, indossando la maglia nera d’Europa. Intanto il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, durante la conferenza stampa congiunta con il premier spagnolo, Mariano Rajoy, ha detto che la Ue è pronta ad intervenire rapidamente, anche con un breve preavviso, per sostenere il settore bancario spagnolo. Ma Rajoy ha frenato, precisando che non c’è nessun negoziato in corso per chiedere un salvataggio del Paese.

Rompuy ha riconosciuto i progressi fatti finora dalla Spagna: “Tutti riconoscono la grandezza delle riforme fiscali e strutturali già adottate e pianificate. Devono essere implementate completamente”. Una risposta in questo senso è arrivata anche dall’asta di questa mattina. Oggi il Tesoro spagnolo ha collocato titoli di stato a breve termine per complessivi 3,6 miliardi di euro, con rendimenti in deciso calo. In particolare, il bond trimestrale ha registrato un rendimento medio dello 0,946%, più che dimezzato dal 2,434% di luglio. Per il bond a sei mesi invece il rendimento è sceso dal 3,691% al 2,026%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…