S&P500, +117% dai minimi di marzo 2009 ma gli investitori hanno continuato ad abbandonare l'equity

Inviato da Alessandro Piu il Mar, 11/09/2012 - 11:33
Comprare sui minimi del mercato azionario e vendere sui massimi è il sogno di ogni investitore. E' infatti impossibile sapere a priori quando ci si trova su questi livelli di svolta. La regola è inapplicabile alla realtà e vale più come indicazione di quello che dovrebbe essere un corretto comportamento sui mercati che come norma. In altre parole se non si può sapere con certezza se il mercato è sui minimi (o sui massimi) sarebbe già un buon risultato non fare esattamente il contrario.

Purtroppo è proprio quello che gli investitori non riescono a smettere di fare. Gli analisti di J.P.Morgan in un commento ai mercati finanziari illustrano quello che ancora una volta sta succedendo sui mercati azionari. Le osservazioni sono state effettuate prendendo in considerazione l'indice S&P500 total return e i flussi di investimento sul mercato azionario da parte degli investitori Usa.

Il principale benchmark di Wall Street è tornato proprio in questi giorni sui massimi dal maggio 2008. Dai minimi del marzo 2009 ha messo a segno un rialzo del 117%. L'indice S&P500 total return ha guadagnato il 127%. Con delle pause anche profonde, certo, ma il bilancio rimane un rialzo a tre cifre. Come si sono comportati gli investitori? Hanno ridotto la loro esposizione al mercato azionario nel corso di tutta la salita. Hanno continuato a vendere azioni. "Precisamente - puntualizza il report - 313 miliardi di dollari sono fuoriusciti dal mercato azionario dai minimi del marzo 2009.

Osservando la distribuzione mensile dei movimenti di capitale dei fondi di investimento equity (dati aggiornati al marzo scorso) su trentasei mesi trascorsi dai minimi di mercato solo dieci volte si è registrato un bilancio positivo, ossia gli afflussi hanno superato i deflussi. Ed anche quando ciò si è verificato le cifre in gioco sono state nettamente inferiori a quelle registrate nei mesi di deflusso. Ora che l'S&P500 è tornato vicino ai livelli massimi dell'autunno 2007, dai quali dista solo 10 punti percentuali, gli investitori inizieranno ad entrare nel mercato? Sarà troppo tardi, come al solito?

Alessandro Piu

Nel grafico, in rosso i flussi netti di capitale del mercato azionario (asse verticale sinistra), in verde le performance dell'S&P500 da fine gennaio 2008 (asse verticale destra). Solo in poche occasioni la linea rossa ha superato la linea tratteggiata (equilibrio tra flussi e deflussi).
COMMENTA LA NOTIZIA