S&P's: la visione sull'Italia resta negativa

Inviato da Laura Vezzoli il Mer, 05/07/2006 - 09:37
Standard & Poo'r ha stilato le pagelle di 41 stati europei. L'agenzia di rating ha esaminato la loro situazione attuale e le prospettive future. Quindici i Paesi che salgono sul gradino più alto del podio, aggiudicandosi il rating AAA: primeggia, oltre alle scontate Francia, Svizzera, Germania e Inghilterra, il Nord Europa. Si aggiudicano infatti la medaglia d'oro Danimarca, Finlandia, Norvegia e Svezia. L'Italia si deve invece accontentare di un'AA-, visto il poco potenziale di crescita dell'economia e l'alto livello del debito. Per quanto riguarda le aspettative verso il secondo quadrimestre del 2006, viene confermato per il Belpaese una view negativa, dovuta, sottolinea lo studio, al crescente rischio per le finanze. Inversione di rotta invece per altre nazioni. L'outlook sull'Ungheria viene diminuito a BBB+ visto il peggioramento della sua situazione finanziaria. Male anche Turchia e Lituania, le cui prospettive passano da positive a stable, rispettivamente per una revisione al ribasso delle aspettative di crescita e per i possibili effetti negativi derivanti dalla pressione della bilancia dei pagamenti. L'unica a migliorare la propria performance è la Slovenia, il cui rating di lungo termie viene alzato a AA visto che il governo è riuscito a centrare l'obbiettivo di riduzione dell'inflazione in vista di una possibile entrata nel patto di Maastricht
.
COMMENTA LA NOTIZIA