1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

S&P/ Mib future: Centrosim, i livelli molto elevati di ipervenduto limitano rischi downside

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata nera per tutte le borse del Vecchio Continente che, sui timori di recessione negli Stati Uniti, sono state colpite da una pesantissima ondata di vendite. Il future sull’S&P/ MIB ha aperto in ampio gap down sui massimi intraday, per poi accelerare negativamente, violare una serie di supporti strategici di lungo periodo e scendere fino a toccare un minimo di giornata inferiore a quello del 2006 (34630- 14 giugno) a 34125. Da tale livello, il future italiano ha reagito e si è stabilizzato in un trading range tra 34500 e 35000, per accelerare negativamente nel finale fino a 34000 e chiudere poco sopra. Secondo gli analisti di Centrosim l’impostazione di breve-medio periodo del future italiano rimane fortemente negativa e favorevole a nuove discese che sotto la soglia 34.000 potrebbero estendersi fino al primo supporto a 33.000 prima e poi a quello successivo e più solido a 32.450. “Anche se i livelli molto elevati di ipervenduto raggiunti da principali oscillatori tecnici, girati negativamente, potrebbero almeno nel
breve limitare nuovi rischi di downside”, sostengono questi esperti. “La prima conferma si avrà in caso di una chiusura sopra 35.800. Mentre solo ritorno stabile sopra la trendline discendente di breve periodo a 36.000 potrebbe favorire un più interessante rimbalzo tecnico fino a 38.000”.