1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Sony-BMG, La Corte Europea vuole cambiare musica

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Con la decisione di ieri, la Corte Europea ha annullato la fusione tra Sony e Bertelsmann, avvenuta nel 2004. Dopo due anni sono state quindi riconosciute come legittime le preoccupazioni delle circa 2.500 etichette discografiche indipendenti che avevano presentato ricorso contro la decisione della Commissione Europea che invece aveva dato il via libera all’operazione. Jonathan Todd, portavoce della Commissione Europea ha spiegato che “L’effetto di questa decisione è che Sony e Bmg dovranno nuovamente notificare la loro joint venture alla Commissione, che valuterà l’esistenza di eventuali posizioni dominanti.” A questo punto è in bilico anche il deal Emi-Warner Music. Emergono contrasti anche tra le istituzioni europee, in quanto l’autorizzazione alla fusione data dall’allora commissario alla concorrenza Mario Monti, che non avavea trovato motivi concreti per opporsi, è stata annullata per “un manifesto errore di valutazione”, si legge nella sentenza. Rimane comunque possibilità di appello per il gruppo nippo-tedesco e Rolf Schmidt-Holz, chief executive di Sony-BMG, ha dichiarato di essere fiducioso nell’esito del riesame.